isolamento termico



L' isolamento termico


Il sempre crescente consumo di energia sta causando una rapida accelerazione del cambiamento climatico del nostro pianeta e tutti, governi - scienziati, concordano che bisogna tassativamente intervenire per bloccare le attuali condizioni, altrimenti avremmo conseguenze drammatiche a livello ambientale, economico e sociale.
Ai fini del conseguimento di tali obbiettivi, la giusta progettazione degli edifici rivestirà un ruolo importante, anche perchè mediamente l'energia utilizzata negli edifici rappresenta il 40-50% del consumo.Il miglioramento del rendimento energetico degli edifici è ora possibile grazie ai nuovi prodotti presenti sul mercato.
Nel settore delle chiusure trasparenti il Vetro svolge un ruolo fondamentale e grazie alla vasta gamma di vetri Basso Emissivi e di vetri Selettivi, riusciremo a diminuire notevolmente l'immissione nell'atmosfera di CO2 e nello stesso tempo si migliorerà il confort abitativo degli edifici, che risulteranno in oltre più economici da gestire.

 Le vetrate isolanti sono composte da due o più lastre di vetro che immobilizzano al loro interno foto_sez_vetrocameral'aria in modo da presentare una scarsa conducibilità termica.
 Le lastre sono unite tra loro da un telaio distanziatore di materiale metallico o polimerico e sono separate da una strato d'aria o di gas nobili. All'interno del telaio vengono posti dei sali disidratati al fine di eliminare qualsiasi traccia di vapore acqueo rimasto nell'intercapedine e assicurando così la massima trasparenza ed evitando fenomeni di condensa.
 Successivamente la vetrata isolante viene chiusa al suo perimetro con una prima barriera di polisolfuro, che non permette ai vapori acquei di rovinare la vetrata, ed una seconda barriera di silicone che fissa l'insieme.


 I vantaggi:

  • Eliminazione delle zone fredde nelle stanze,
  • Riduzione della condensa,
  • Taglio sulle spese di riscaldamento,
  • Taglio sulle spese di climatizzazione,
  • Riduzione delle emissioni di CO2,
  • Radicale attenuazione del rumore.


  Il vetro basso emissivo è un vetro speciale sul quale, attraverso un particolare processo magnetronico, vengono depositati degli ossidi metallici che riducono gli scambi termici e ne migliorano quindi le prestazioni di termoisolamento e di controllo solare. Ciò permette di migliorare la capacità isolanti del vetro, senza d’altra parte comprometterne la qualità di trasmissione della luce.

I vantaggi:

  • riduzione delle spese legate al riscaldamento dell’ambiente, grazie alla diminuzione della dispersione termica degli infissi;
  • qualità di illuminazione ambientale costante, anche nei periodi a bassa irradiazione solare;
  • capacità di coniugare neutralità estetica con efficienza termica;
  • miglioramento complessivo del comfort abitativo nelle zone adiacenti alla finestra;
  • riduzione dell’effetto condensa sulla superficie interna dell’infisso.


  La qualità principale del vetro selettivo tipo di vetro è di “controllare” i raggi solari e ridurre quindi la trasmissione del loro calore nell’ambiente interno. Questa capacità è resa possibile grazie all’applicazione sul vetro di un rivestimento metallico selettivo, una soluzione ideale per interventi dove è richiesta un’elevata trasmissione luminosa o l’installazione di ampie superfici vetrate.

I vantaggi:

  • capacità di coniugare le caratteristiche di isolamento termico e di controllo del calore trasmesso dall’irradiazione solare;
  • miglioramento delle prestazioni di risparmio energetico;
  • maggior controllo della trasmissione luminosa.

 

Esempi:


 Tipologia vetrocamera
 TL (%)
 FS (%)
RW
(dB)
   Ug  
Aria
 Ug
Argon 90%
 4/16/4 8380 
 30 2,7 2,6
 4/16/4 B.EMISSIVO
 80 63 30 1,4 1,1
 4 selettivo (4S)/16/4  66 43 30 1,3 1,0
 4 Selettivo (4S)/16/4  66 43 30 1,3 1,0
 




 3+3/16/3+3 B.EMISSIVO 51 59 38 1,4 1,1
 3+3/16/3+3 B.EMISSIVO
 51 59 38 1,4 1,1
 3+3 selettivo (4S)/16/3+3
 65 40 38 
 1,3 1,0
 




 4 B.E./16/4/16/4 B.E.715031 0,8 0,6
 
 71 50 31 0,8 0,6
 3+3 (4S)/16/4/16/3+3 B.E. 59 39 36 0,7 0,6

TL (trasmissione luminosa) - Percentuale della luce visibile, emessa dall'irragiamento solare, che attraversa la vetrata.
FS (fattore solare) - Percentuale di energia che entra in un locale in rapporto all'energia solare incidente, calcolata secondo le normative Europee.
RW (isolamento acustico) - Rappresenta la differenza tra il rumore interno e quello esterno. L'indice RW è espresso in dB.
U (trasmissione termica) - Il coefficente di trasmissione termica della parete è determinato dalla quantità di calore per unità di tempo, espressa in Watt, trasmessa attraverso un metro quadrato di superficie per ciascun grado di differenza tra interno ed esterno.

YouTube Video


Video sulla produzione delle vetrate isolanti


Il decreto legislativo 311/06 aggiunge al 192/05 importanti elementi:

- requisiti ancora più restrittivi per gli edifici
- una scaletta di applicazione del sistema di certificazione energetica
- un campo di applicabilità più chiaro
- un insieme di sanzioni per chi non rispetta quanto indicato.

Il decreto imposta una sostanziale accelerazione all’introduzione di requisiti più restrittivi. Il sistema è sempre quello dell’attribuzione dei limiti per zona climatica (può variare da comune a comune). I valori limite di trasmittanza termica che devono rispettare le chiusure trasparenti comprensive degli infissi sono riportati nella tabella “4a” e le prestazioni che devono avere i soli vetri nella tabella “4b”.

Tabella 4a. Valori limite della trasmittanza termica U delle chiusure trasparenti comprensive

degli infissi espressa in W/m².K

 

 

 

Dall'1 gennaio 2006

W/m².K

Dall'1 gennaio 2008

W/m².K

Dall'1 gennaio 2010

W/m².K

Zona climatica A

5,5

Zona climatica A

5

Zona climatica A

4,6

Zona climatica B

4

Zona climatica B

3,6

Zona climatica B

3

Zona climatica C

3,3

Zona climatica C

3

Zona climatica C

2,6

Zona climatica D

3,1Zona climatica D2,8

Zona climatica D

2,4

Zona climatica E

2,8

Zona climatica E

2,4

Zona climatica E

2,2

Zona climatica F

2,4

Zona climatica F

2,2

Zona climatica F

2

 

 

 

 

 

 

Tabella 4b. Valori limite della trasmittanza centrale termica U dei vetri espressa in W/m².K

Dall'1 gennaio 2006

W/m².K

Dall'1 gennaio 2008

W/m².K

Dall'1 gennaio 2010

W/m².K

Zona climatica A

5

Zona climatica A

4,5

Zona climatica A

3,7

Zona climatica B

4

Zona climatica B

3,4

Zona climatica B

2,7

Zona climatica C

3

Zona climatica C

2,3

Zona climatica C

2,1

Zona climatica D

2,6

Zona climatica D

2,1

Zona climatica D

1,9

Zona climatica E

2,4

Zona climatica E

1,9

Zona climatica E

1,7

Zona climatica F

2,3

Zona climatica F

1,7

Zona climatica F

1,3


Il territorio nazionale è classificato in sei zone climatiche (A-B-C-D-E-F) che sono indipendenti dalla localizzazione geografica, ma al contrario, sono legate alla loro temperatura. I valori sono fissati per ogni singola zona climatica in cui sono stati allocati gli 8100 comuni italiani.

Quindi, comune per comune (vedi tabella nella sezione "Download"), occorrerà vedere quali valori di trasmittanza termica per chiusure trasparenti e per vetri bisogna prendere in considerazione.


 _______________________________________________________________________

Verifica vetro Basso Emissivo:

Spesso ci viene chiesti: "ma come faccio a sapere se i vetri che mi hanno installato sono basso emissivi o no?"
Sicuramente ad un occhio più esperto è più semplice verificare se una delle due lastre del vetrocamera ha il coating basso emissivo, ma anche per l'utilizzatore finale possiamo suggerire un metodo di verifica abbastanza semplice e veloce, quello della fiamma dell'accendino.

Come potete vedere la fiamma riflessa deve cambiare colore e virare sul rosso violetto.